Anche quest’estate rovente si sta avviando verso l’autunno.

Se c’è un anno in cui i nostri condizionatori sono stati messi a dura prova è sicuramente questo. Il caldo, arrivato molto presto ha raggiunto temperature che a lungo hanno toccato valori troppo alti per poter essere affrontati senza l’aiuto salvifico del condizionatore, sia in casa che al lavoro.

Ecco perché ora che quest’elettrodomestico indispensabile sta per essere messo a riposo, è importante compiere con attenzione e cura le operazioni di manutenzione ordinaria del condizionatore.

Quando eseguire la manutenzione dei condizionatori.

La manutenzione dell’aria condizionata andrebbe svolta almeno 2 volte l’anno ovvero quando si accende il climatizzatore a inizio stagione e lo si prepara ad affrontare l’estate e quando lo si spegne definitivamente in vista dell’autunno e dell’inverno.

Questo consiglio chiaramente è valido se stiamo parlando di un apparecchio che funziona solo in modalità raffrescamento perché nel caso il tuo impianto sia anche pompa di calore e trovi impiego sia nei mesi caldi che in quelli più freddi è importante eseguire periodicamente i controlli di manutenzione ordinaria del condizionatore.

In cosa consiste la manutenzione ordinaria

Quando diciamo “ordinaria” intendiamo quei procedimenti di manutenzione dell’aria condizionata che si possono eseguire in autonomia, senza l’intervento di un tecnico specializzato.

Si tratta dei gesti più semplici che però, se ignorati, potrebbero compromettere il buon funzionamento dell’impianto e accelerarne lo stato d’usura.

La pulizia dell’unità interna

Sia che tu abbia un modello mono split, dual split o formato da più unità interne, è molto probabile che la manutenzione del condizionatore inizi da qui.

Le operazioni che puoi svolgere per prenderti cura degli split interni sono:

  • Pulizia dei filtri: è sicuramente l’azione più importante da compiere quando si pulisce l’unità interna perché è proprio sui filtri che si accumulano polvere, impunità, pollini e sporcizia.

La cura di questi elementi del condizionatore non è particolarmente complicata: basterà estrarli e lavarli sotto l’acqua tiepida con un po’ di sapone. È sufficiente il sapone per piatti ma se vuoi davvero fare le cose per bene puoi usare uno sgrassatore universale. In commercio, poi, ci sono appositi disinfettanti che oltre ad assicurare la pulizia dei filtri ne garantiscono anche l’igienizzazione. Al momento di inserire nuovamente i filtri nello split dovrai verificare che siano completamente asciutti per evitare la formazione di muffe e la proliferazione di batteri.

  • Pulizia delle bocchette d’emissione: quest’operazione è ancor più semplice della precedente. Basterà, infatti, aspirare la polvere che si è accumulata e poi passare una spugna o un panno imbevuto di detergente per tornare a vedere le bocchette pulite e brillanti.

L’unità esterna

L’unità esterna è il cuore pulsante dell’impianto di climatizzazione e, considerata la posizione all’esterno della casa e la sua esposizione agli agenti atmosferici è forse quella più soggetta a deterioramento. Tuttavia è anche quella più spesso dimenticata nelle operazioni di manutenzione ordinaria del condizionatore. Forse proprio per la sua localizzazione che ce ne fa dimenticare o perché si preferisce lasciare a mani esperte il compito di intervenire su elementi tecnicamente più complessi quali sono motore e compressore.

È molto importante però svolgere un accurato controllo dell’unità interna.

Anche in questo caso non sono richieste competenze o attrezzature particolari. Ti basterà munirti di un aspiratore, un piumino o una piccola scopa per rimuovere i detriti più grossi quali foglie, piume o simili e poi terminare la pulizia con un panno bagnato.

Se l’unità esterna è totalmente esposta ai capricci del clima e non è protetta da un terrazzino, una tettoia o una piccola loggia, il ricorso a una copertura o a un telo per l’inverno potrebbe rivelarsi essenziale per salvaguardare il motore nei mesi più freddi.

Perché eseguire le operazioni di manutenzione ordinaria del condizionatore.

Prendersi cura dell’apparecchio è essenziale per garantirne il funzionamento ottimale e limitare l’usura e il deterioramento.

Ma la pulizia, soprattutto quella dell’unità interna, serve anche a garantire la pulizia e l’igiene dell’aria messa in circolazione. Quando troppa polvere si accumula sui filtri e ostruisce il passaggio dell’aria non peggioreranno solo le capacità di raffrescamento dell’impianto, ma anche la salubrità dell’intero ambiente.

Una minore efficacia dovuta all’occlusione dei filtri o delle bocchette d’emissione si traduce, poi, in un maggiore dispendio d’energia e quindi in costi più alti e bollette più salate oltre che in uno spreco energetico di cui il pianeta non ha bisogno in questo momento.

Anche la scarsa attenzione al motore esterno può comportare una maggiore richiesta energetica e quindi costi più alti.

Un climatizzatore sporco e otturato, poi, diventa incredibilmente rumoroso. Come abbiamo sottolineato nel nostro approfondimento sulle possibili tipologie di rumore del condizionatore e sulle loro cause, non c’è nulla di più fastidioso di un apparecchio rumoroso che non ci lascia dormire la notte e ci impedisce di concentrarci di giorno.

La manutenzione del condizionatore è obbligatoria?

Dal 2014 la manutenzione straordinaria del condizionatore è obbligatoria, ma solo per gli impianti che superano i 12 Kw.

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria del condizionatore, invece, non esiste nessuna obbligatorietà e nessuna regola ma, come abbiamo appena spiegato, è comunque buona norma eseguirla almeno 2 volte l’anno per prevenire spiacevoli incidenti e garantire all’impianto una vita lunga sana e funzionale.

Se hai bisogno noi ci siamo

Il tuo condizionatore è un modello portatile o monoblocco senza unità esterna e non sai come eseguire la manutenzione? Parlane con i nostri tecnici, saranno felici di darti tutti i consigli necessari per prenderti cura del tuo condizionatore.

Contattaci online o telefonaci, siamo qui per te!

Commenti (0)

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri