Proprio come diceva il motto di un noto telefilm, l’inverno sta arrivando e la bella stagione sta lasciando il posto ai primi rigori del freddo. Le giornate si accorciano, le ore di sole diminuiscono e le nostre case cominciano a raffreddarsi.

È in questo momento che cominciamo a sentire il bisogno di accendere il riscaldamento . Forse non in maniera continuativa, per tutto il giorno. Finché la generosità dell’autunno ce lo concede può bastare qualche ora, magari la sera quando, tornati a casa dal lavoro, sentiamo il bisogno di un tepore incaricato di scaldare l’animo più che le stanze di casa .

Ma non sempre possiamo decidere di gestire l’accensione del riscaldamento in base ai nostri capricci.

Centralizzato, autonomo, servizio energia: dimmi come ti scaldi e ti dirò quando farlo

La prima vera distinzione che bisogna fare quando si parla di regole per l’accensione del termosifone è quella tra impianto di riscaldamento centralizzato o no. Naturalmente chi dispone di un sistema autonomo può scegliere di metterlo in funzione quando preferisce. Chi invece dipende da un sistema centralizzato deve fare i conti con una serie di limiti stagionali e giornalieri che hanno a che fare con il numero di ore, con ilperiodo di accensione, con illivello stesso della temperatura che non può superare i 20 gradi (con 2 gradi di tolleranza per eccesso). A questo punto interviene una seconda distinzione: gli impianti che, pur essendo centralizzati consentono una contabilizzazione del calore non sono sottoposti a queste limitazioni.

Un’altra eccezione riguarda gli impianti di riscaldamento gestiti con contratto di servizio energia ovvero quelle modalità contrattuali che puntano a far combaciare riscaldamento e risparmio energetico.

Le 6 zone

La normativa di riferimento in materia di accensione del riscaldamento è quella della legge n. 10 del 9/01/1991 e del Dpr 412 del 26/08/1993 e modifiche.

Secondo questi testi il riscaldamento i limiti giornalieri indicano che il riscaldamento va acceso dopo le 5 del mattino e non oltre le 23, e le ore di attivazione possono essere frazionate in 2 o più sezioni.

Per quel che riguarda il periodo di accensione, invece, bisogna fare riferimento alla zona di residenza. In ogni caso, nei condomini l’amministratore è tenuto a esporre sulla porta del locale caldaia tutti i dati relativi al periodo di accensione e all’orario di attivazione giornaliero

Tutti i comuni italiano rientrano in una delle 6 zone suddivise in base alle caratteristiche climatiche e alle temperature medie registrate durante l’anno. L’obiettivo naturalmente è quello di coniugare il confort e il benessere di un’abitazione riscaldata con le necessità di risparmio energetico.

  • Zona A : 1 dicembre-15 marzo / 6 ore al giorno

o Sud e Isole (Lampedusa e Linosa Porto Empedocle )

  • Zona B: 1 dicembre-31 marzo / 8 ore al giorno

o Sud e Isole (Agrigento; Catania; Crotone; Messina; Palermo; Reggio Calabria; Siracusa; Trapani)

  • Zona C: 15 novembre -31 marzo / 10 ore al giorno

o Nord-Ovest: Imperia.

o Centro: Latina.

o Sud e isole: Bari; Benevento; Brindisi; Cagliari; Caserta; Catanzaro; Cosenza; Lecce; Napoli; Oristano; Ragusa; Salerno; Sassari; Taranto

  • Zona D: 1 novembre-15 aprile / 12 ore al giorno

o Nord-Ovest: Genova; La Spezia; Savona.

o Nord-Est: Forlì.

o Centro: Ancona; Ascoli Piceno; Firenze; Grosseto; Livorno; Lucca; Macerata; Massa C.; Pesaro; Pisa; Pistoia; Prato; Roma; Siena; Terni; Viterbo.

o Sud e isole: Avellino; Caltanissetta; Chieti; Foggia; Isernia; Matera; Nuoro; Pescara; Teramo; Vibo Valentia.

  • Zona E: 15 ottobre-15 aprile / 14 ore al giorno

o Nord-Ovest: Alessandria; Aosta; Asti; Bergamo; Biella; Brescia; Como; Cremona; Lecco; Lodi; Milano; Novara; Padova; Pavia; Sondrio; Torino; Varese; Verbania; Vercelli.

o Nord-Est: Bologna; Bolzano; Ferrara; Gorizia; Modena; Parma; Piacenza; Pordenone; Ravenna; Reggio Emilia; Rimini; Rovigo; Treviso; Trieste; Udine; Venezia; Verona; Vicenza.

o Centro: Arezzo; Perugia; Frosinone; Rieti.

o Sud: Campobasso; Enna; L'Aquila; Potenza.

  • Zona F : Nessuna limitazione

o Nord-Ovest: Cuneo.

o Nord-Est: Belluno; Trento.

Leggi altre news

© 2019 Climaway - Marchio di proprietà della Callea Vincenzo Srl - Via G. Carducci 12-12A 70043 Monopoli (BA)
P.iva 04383410729 - Cap.Soc. € 100.000,00 - Registro delle imprese di BARI - REA: BA -311353
info@climaway.it

Climaway Feedaty 4.9 / 5 - 2930 feedbacks

climaway
Via Michelangelo Buonarroti, 5 Monopoli Puglia 70043
4.9 2930 Feedbacks